Fogli di registrazione

Come si compila un foglio di registrazione

Non tutti gli autotrasportatori sanno, che un foglio di registrazione può essere utilizzato nell’arco della giornata per piu’  veicoli, la  validità di un foglio di registrazione ma sopratutto la cosa piu’ semplice, come si  compila  un foglio di registrazione…. iniziamo a conoscere se il nostro foglio  è supportato per il tachigrafo montato sul  veicolo. Su ogni apparecchio cronotachigrafo, all’interno è posizionata una targhetta di colore argento dove è riportato il fondoscala del contachilometri  ( es 125 Km/h ) e l’omoloazione dell’apparecchio ( es. e1 55). Su ogni foglio di registrazione nella parte posteriore  sono indicati  il fondoscala e l’omologazione, il primo posizionato a sinistra ed in grassetto, il secondo ad ogni “e ” racchiusa nel riquadro sono indicati i numeri di riferimento.

Controllato che il nostro foglio sia omologato per l’apparecchio in possesso, iniziamo a scrivere i nostri dati partendo dal Cognome e Nome in modo leggibile; Luogo di partenza; Data di partenza; Targa della motrice e KM di partenza ( quelli riportati nel conta chilometri)

Una volta scritto quanto sopra nel foglio ed inserito nell’apparecchio, questo ha una validità di 24 ore (es: Inserisco il disco oggi alle 08,00 è valido fino alle 08,00 di domani). Una volta terminata la giornata lavorativa vanno inseriti tutti i dati mancanti per chiudere il foglio, come riportato nella foto sotto, può capitare che il luogo di partenza e luogo di chiusura siano la stessa località, come la data di inizio e di fine attività.

La mancanza di una o piu’ dati comporta una sanzione di euro 48,00

L’art 15 paragrafo 2, del Reg 3821/85 CEE prevede quando i conducenti si allontanano dal veicolo e non sono pertanto in grado di utilizzare l’apprecchio di controllo montato sul veiolo stesso, i periodi di tempi di cui al paragrafo 3, secondo trattino, lettera b),c) e d) devono :

a) se il veicolo è munito di apparecchio di controllo in conformità dell’allegato I, ( crootachigrafo analogico) indati devono essere inseriti sul foglio di registrazione, a mano o mediante registraszioni automatica o in altro modo, in maniera leggibile ed evitando l’insudiciamento del foglio………nella circolare del 22 luglio 2011 nr.300/A/6262/11/111/20//3 congiunta tra Ministero Interno e Ministero Trasporti viene indicato che le registrazioni del riposo giornaliero devono essere inserite manualmente anche sul foglio di registrazione, nella parte posteriore, nelle caselle rappresentate dal lettino. Quindi un conducente ogni volta che terminerà la sua giornata di lavoro  e non avrà piu’ la disponibilità del mezzo,  nella parte posteriore del foglio, a penna inserirà il riposo, che potrà essere continuato  sul foglio di registrazione nuovo, prima di intraprendere una nuova giornata lavorativa.

LE REGISTRAZIONI MANUALI DEVONO ESSERE FATTE OGNI VOLTA CHE L’APPARECCHIO CRONOTACHIGRAFO SI GUASTI DURANTE IL VIAGGIO.

Come si nota, nella parte inferiore sono riportate 3 ( tre ) colonne, queste servono nel caso in cui, durante la validità del foglio, viene sostituito il veicolo iniziale con un altro veicolo. Nella circostanza NON deve essere compilato un nuovo foglio di registrazione ma bensì una volta chiuse tutte le voci nella parte anteriore viene compilata la parte posteriore inserendo nella prima riga, l’ora in cui si sostituisce il primo veicolo, nella seconda riga si inserisce la nuova targa della motrice; nella quarta riga i Km di partenza. A questo punto il foglio viene nuovamente inserito nell’apparecchio, facendo attenzione che il dispositivo segni l’ora giusta, altrimenti si potrebbero sovrascrivere i grafici, comportando così violazioni gravi da sospensione di patente.

***************

ALCUNE PRECISAZIONI 

fogli di registrazione dopo che sono stati chiusi in tutte le sue parti, vanno portati al seguito per i successivi 28 giorni lavorativi e NON vanno lasciati sul mezzo, seguono sempre l’autista e NON il mezzo. Nel caso si usi mezzi ALTERNATIVAMENTE con cronotachigrafo analogico e mezzI con il cronotachigrafo digitale, i fogli di registraszione  o la scheda tachigrafica vanno sempre portati al seguito, per i controlli NB.  NEL CASO DI GUIDA CON SCHEDA  TACHIGRAFICA, A FINE GIORNATA NON E’ OBBLIGATORIO FARE LE STAMPE PER I CONTROLLI SU STRADA!!!

Spero che questo articolo possa essere di utilità a tutti coloro che utilizzano fogli di registrazione, nel caso in cui ci fossero ancora dei dubbi o quesiti da sottoporre, lasciate pure i Vostri quesiti nell’apposito link o nei commenti di questo articolo cercando di risponderVI al piu’ presto !!!!!!!

 

8 pensieri su “Fogli di registrazione

  1. Ho un cronotachigrafo analogico,mi sapresti gentilmente indicare il tempo minimo di altro lavoro per il quale in fase di controllo della polizia stradale non lo conteggino come guida?Grazie e complimenti per la spiegazione della compilazione del foglio di registrazione

    • Durante il controllo di polizia stradale vine conteggiato solo e dico solo le ore di guida, mentre il lavoro non puo’ essere coteggiato come guida.
      La direttiva 2002/15/CE in materia di orari di lavoro, recepita in Italia dal DLG 234/2007, prevede che in una settimana l’orario di lavoro di un conducente non deve essere superiore di 48 ore, estendibili a 60h se la media in un periodo di 4 mesi rimane di 48h. Quindi è molto semplice, durante un controllo di poliza che venga sanzinato il superamento dell’orario di lavoro oltre le 60 ore che cambia la sanzione se l’eccedenza non supera o non supera il 10%.
      Per lavoro si intende guida + martelletti, quindi la disponibilità non è considerata lavoro, ma neanche riposo!!!
      Spero che questa riposta le abbia tolto dei dubbi… comunque presto inserito un post con la direttiva 2002/15/CE
      Saluti!!!

  2. In una settimana piena di lavoro posso guidare tre giorni per 9 ore e due giorni per 10 ore quindi per un totale di 47 ore, se poi sfrutto il riposo settimanale ridotto guido anche il sabato per altre 9 ore ed il totale arrivo a 56. a questo punto collegandomi alla risposta data a Mirco con i vari tempi di lavoro per il carico e lo scarico sforo tranquillamente le 60h di lavoro settimanale massime previste. Che sanzione rischio? C’é il ritiro della patente? E’ vero che tutti i tempi di riposo inferiori ai 15 minuti vengono considerati tempi di lavoro? Grazie, ciao
    Moreno.

    • Buonasera Moreno ,
      iniziamo dalla riposta più semplice delle pause, INFERIORI a 15 minuti; Tutto dipende dalla commutazione del dispositivo cronotachigrafo; una volta che ci si ferma è opportuno, specialmente in quelli digitali di prima costruzione, commutare il lavoro (martelletti) in riposo, altrimenti anche se facciamo una pausa di 45 minuti e non viene commutato, risulterà sempre lavoro e non riposo quindi sanzionabile all’art. 174/8 C.d.S. Una precisazione, pause inferiori ai 15 minuti non sono da considerare interruzioni per il calcolo del periodo delle 4 ore 30 minuti.
      Veniamo al calcolo del lavoro:
      L’art.4 del Reg 561/06 lettera i) prevede che la settimana è il periodo di tempo tra le 00,00 del lunedì e le 24,00 della domenica, uguale denominazione la prevede l’art. 3/2° lett.g della Direttiva 2002/15/CE. Quindi tutte le attività svolte in detto periodo sono da sommarsi per il calcolo della guida settimanale, bisettimanale e per il lavoro settimanale.
      Bisogna tenere conto che dopo le ore di guida bisogna fare le ore di riposo giornaliero ( 11, 9 tre volte a settimana, opp 3+9 tutti i giorni), e il riposo deve essere fruito entro 24 ore dal precedente riposo,
      Il riposo settimanale va effettuato dopo massimo 6 periodi di 24 ore dal precedente riposo settimanale, inoltre vanno effettuati due riposi settimanali regolari( 45 ore) oppure uno regolare ed uno ridotto ( 24 ore). In un riposo settimanale ridotto, il periodo non fruito deve essere compensato, la compensazione consiste in un periodo di riposo equivalente preso entro la fine della terza settimana successiva in questione, inoltre deve essere collegato ad un riposo di almeno 9 ore. Es: se effettuo un riposo settimanle ridotto di 24 ore, le 21 ore che mancano devono essere compensate entro la terza settimana ed abbinate ad un riposo di almeno 9 ore quindi verrà effettuato un riposo di 30 ore.
      Per quanto riguarda il superamento delle ore di guida, settimanali se non supera il 10% la sanzione è di 40 euro e 0 punti, mentre se l’eccesso e tra il 10% e il 20% la sanzione è di 264,00 euro e 1 punto oltre il 20% sono 422,00 euro e 2 punti. Tutte le infrazioni superiori al 10% se contestate, vanno subito pagate altrimenti viene effettuato il fermo del veicolo fino al pagamento, se il superamento delle ore riguarda la settimana o le settimane in corso, saranno ritirati i documenti di guida ( patente e carte di circolazione ) ed effettuato il riposo fino all’inizio della nuova settimana. Uguali sanzioni sono previste per il superamento della guida bisettimanale. TUTTE LE SANZIONI SONO SCONTATE DEL 30% SE PAGATE ENTRO 5 GIORNI DALLA NOTIFICA.!!!!!!!!
      Per quanto riguarda il lavoro settimanale solitamente vengono contestate le violazioni superiori alle 60 ore, con sanzioni da 260 euro se l’eccedenza non supera il 10 % oppure di 520 se supera il 10%. QUESTE VIOLAZIONI NON SONO SCONTATE DEL 30 %!!!!! Non sono previsti ritiri

  3. ciao, senti io ho appena preso un verbale perchè al fermo della stradale non ero provvisto dei 27 fogli di registrazione antecedenti a quello odierno, ora va bene pagare il verbale, ma come faccio a dimostrare che l’autocarro i giorni precedenti ad oggi non ha circolato? cosa si fa quando l’autocarro non circola?
    l’autocarro è della società per cui lavoro, lo guido solo io ed ha la licenza di trasporto conto proprio. spero di essere stato chiaro nella domanda grazie in anticipo.

    • Ciao, il quesito è chiaro, NON va dimostrato se il camion circola, ma va dimostrato cosa ha fatto l’autotista, quindi se il camion non circola e l’autista non guida MA effettua alri lavori, prima di iniziare a guidare, la ditta, nella persona del rappresentante legale deve compliare il modulo delle assenze, dove deve indicare l’attività svolta del conducente ( era in ferie, malattia svolgeva altri lavori ect. Ti consiglio di vedere l’articolo (MODULO ASSENZE) in questo sito.
      Nel caso di altre delucidazioni scrivi pure……..

  4. salve, qual’è il mio obbligo…….
    per quanto tempo devo tenere archiviati i dati del cronotachigrafo digitale ??
    chi può richiedere le registrazioni del cronotachigrafo di un autista ???
    ringrazio in anticipo

    • Salve, inizio rispondendo che la ditta deve conservare tutte le registrazioni, presso l’impresa o in altro sistema informatico, immediatamente accessibile dall’impresa, per almeno 1 anno, per quanto riguarda chi può richiedere le registrazione presumo che intenda presso la sede dell’impresa, in questo caso oltre agli organi che svolgono servizio di polizia stradale (art.12 C.d.S.), l’articolo 8 legge 727/78, individua altri soggetti quali:
      – Persone con funzioni ispettive degli uffici provinciali del lavoro, cui compete la facoltà di richiedere le attività svolti nell’anno precedente, per poterne controllare la regolarità delle ore di guida,riposo, contributi previdenziali ect. La richiesta può essere rivolta al conducente e anche all’impresa da cui dipende.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...